BM: Invent San Donà VE – Faizanè 3-2

Pubblicato da
Al Barbazza il FaiZanè mette a segno il primo punto stagionale ma spreca l’occasione di portarsi a casa l’intera posta in palio. Avanti per 2 a 0 non riesce nei tre set successivi ad imporsi, lasciando ai padroni di casa la possibilità di reinventarsi una nuova partita. Il tallone d’Achille di Zanè come nella gara precedente è ancora l’attacco, debole e instabile.
1° Set: Partono bene i padroni di casa che mettono a segno un vantaggio di 9 a 6. Zanè non molla e il pareggio arriva con un diagonale di Capitan Poletto 10 a 10. Il parziale rimane in equilibrio fino alla fine.Una piazzata vincente di Baggio e una di Filippo Roman portano il Fai sul 24 a 22, il successivo errore in battuta avversario chiude il parziale in favore dei vicentini.
2° Set: Zanè prende l’iniziativa: due muri di Piazzetta e uno di Kosmina portano il Fai sul 4 a 1. Gli avversari subiscono il colpo e innescano una serie di errori costringendo l’allenatore di casa Mengo ad una serie di cambi. Il vantaggio dei ragazzi di Soliman rimane costante sui 6/7 punti, è di Kosmina l’attacco vincente che chiude il secondo set 25 a 17 e mette in bacheca il primo punto stagionale.
3° Set: Da questo momento la gara prende una strada diversa. La sostituzione dell’alzatore di casa De Angeli con Stefanetto cambia le sorti dell’incontro. L’opposto Pegoraro e il laterale Mian ritrovano vigore e mettono a segno numerosi punti. Dall’altra parte della rete Zanè non riesce a mettere la palla a terra regalando un notevole vantaggio agli avversari. Soliman chiama tempo sul 14 a 21 ma non riesce a cambiare le sorti del parziale, vinto dal San Donà 25 a 18.
4° Set: L’importanza di questo set lo sanno entrambe le squadre e la frazione di gioco resta nella parità fino al 10, poi la coppia Pegoraro e Mian mettono a terra tre punti consecutivi che porta l’Invent sul 13 a 10. Il Faizanè sotto tono non riesce a riprendere gli avversari,gasati e vogliosi di tie break. L’opposto di casa Pegoraro mette a terra la palla del 25 a 19.
5° Set: Zanè non c’è in attacco e questo lascia campo libero agli avversari. Il cambio campo lo sigla il San Donà sul 8 a 3. Il tempo di Soliman sul 3 a 9 è l’ultimo tentativo di cambiare qualcosa ma il vento è a favore dei veneziani che chiudono con un muro vincente.
il prossimo turno di campionato è tra le mura amiche, è obbligatorio vincere per non rimanere nella zona pericolosa.
Tabellino:

INVENT SAN DONA’:  De Angeli 1, Pegoraro 20, Dettin 2, Stefanetto 5, Gasparini 4, Esposito 8, Polo 12, Cadamuro 0, Mian 19, Palmarin 0, Squarzoni 5, Mengo (1°L) 0, Martignago (2°L) n.e. Allenatore: Cruciani.

Battute punto: 10, battute sbagliate: 12, muri punto: 10.

FAIZANE’: Roman A. 0, Poletto 12, Danieli 0, Roman F. 17, Casalin n.e, Baggio 10, Migliorin 0, Kosmina 12, Mattiuzzi n.e, Niero 3, Piazzetta 14, Manfron (1°L) 0, Fioravanzo (2°L) n.e. 1° Allenatore: Soliman, 2° Allenatore: Pettinà.

Battute punto: 2, battute sbagliate: 7, muri punto: 15

Parziali: 22-25 / 17-25 / 25-18 / 25-19 / 15-8.
Arbitri: Zanon (PD), De Santi (PD).

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Visualizzato 320 volte