Play off CM: Bassano schianta Povolaro, sabato il primo match point

Pubblicato da


Nella prima gara di semifinale dei play off i giallorossi fanno la voce grossa nel derby vicentino giocato al PalaDue: sabato a Povolaro la prima delle due possibilità di passare in finale

Bassano Volley – Sefamo Povolaro 3-1 (25-18, 10-25, 25-22, 25-21)

Bassano Volley: Parolin 17, Frighetto 18 (K), Bertagnin, Gazzola 3, Carlesso 4, Conte, Pontarollo 16, Girolimetto, Sgarbossa 11, Buratta 1, Munari, Tosin (L), Andriolo (L). All. Marchetto

Note. Bassano: battute vincenti 3, battute errate 11,  muri fatti/subiti 8/7

Bassano si conferma grande e lo fa nel migliore dei modi ovvero schiantando in casa, in gara 1 delle semifinali play off, il temutissimo Sefamo Povolaro la stessa squadra che nel girone di Coppa Veneto lo scorso 2 ottobre aveva rifilato una batosta che nemmeno tra due squadre di categoria diversa. Sette mesi dopo sembra passato un secolo e il Bassano, che prima era forte, ora è diventato una grande squadra, comunque vada a finire. Lo confermano le vittorie di fine campionato, l’impresa di Belluno, l’ottima gara giocata con il Venpa promosso ma soprattutto lo conferma la gara di sabato sera al PalaDue con i giallorossi che, fatta eccezione per un passaggio a vuoto nel 2° set, hanno strapazzato gli avversari vincendo 3-1 e portandosi sull’1-0 nella serie. Adesso certo la squadra di Marchetto dovrà superare anche l’ostacolo del fattore campo, che a pallavolo non conta poco, vincendo almeno una partita in trasferta per passare in finale: si parte sabato 4 maggio alle 19.00 a Povolaro per gara 2, mentre l’eventuale gara 3 in caso di sconfitta del Bassano, si giocherà ancora a Povolaro.

Abbiamo avuto un ottimo approccio sin dall’inizio” dichiara mister Marchetto a fine match “e loro si sono fatti intimorire dal nostro lavoro a muro e in difesa perché non ne è mai semplice quando la palla non va a terra e quando l’avversario ti tocca tanti palloni. Il 2° set è stato imbarazzante e ha mostrato tutti i nostri limiti, ma paradossalmente anche la nostra forza. Tornati in campo nel 3° e nel 4° siamo stati bravi a lasciarci alle spalle il secondo parziale tornando a fare il nostro gioco con convinzione ancora maggiore ottenendo una grande vittoria: ora però testa a gara 2 perché è ancora tutto in gioco e da loro ovviamente sarà ancora più dura.”

Il primo parziale si apre all’insegna dell’equilibrio ma è solo una fase di studio perché poi il Bassano comincia ad alzare il ritmo e a imporre il suo gioco: il Sefamo va in evidente difficoltà e i padroni di casa volano via 8-12 e 10-17 prima di chiudere agevolmente sul 25-18. Nel 2° parziale però i bassanesi spengono completamente la luce e di fatto non entrano in campo mentre il Povolaro mostra tutto il suo valore. Con un parziale terrificante gli ospiti si portano avanti 0-11 e mister Marchetto è costretto a pescare dalla panchina: i cambi non invertono la tendenza di un set che appare già perso, ma d’altra parte i titolari prendono fiato e riordinano le idee, mentre va detto che esordisce anche Giacomo Buratta, altro giovane prodotto del vivaio convocato per sostituire l’infortunato Stragliotto. Il Sefamo gestisce comodamente fino alla fine chiudendo con un 10-25 che parla da solo.

I ragazzi di mister Chemello, grande ex della sfida, al cambio campo non trovano la stessa precisione, ma è soprattutto  il Bassano a cambiare nuovamente volto con i titolari di nuovo in campo: capitan Frighetto e compagni difendono e murano aggiudicandosi tutte le azioni “lunghe”, ovvero quelle che hanno un peso anche psicologico importantissimo. Povolaro subisce la carica e la determinazione dei giallorossi bravi a dimenticare subito la pessima prova del set precedente e dal 13-12 (time out Bassano) portano a casa un tesoretto di punti che manterranno fino al 25-22 finale. Il 4° set si gioca sulla falsariga del 3° set con il Sefamo che cerca di reagire, ma alla fine subisce la maggior determinazione dei bassanesi intenzionati a chiudere i conti: il Bassano va avanti 10-7, il time out di Chemello riporta avanti il Povolaro sul 12-13, ma al ritorno in campo dopo il tempo chiamato da Marchetto i padroni di casa prendono definitivamente in mano le redini della sfida scappando via 19-15 e chiudendo con pieno merito sul 25-21.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Visualizzato 325 volte