1DivF Verona: INVOLLEY #notabene Orotig – Redskins Cavaion 1-3

Pubblicato da

 

Nel tentativo di rifarsi dalla sconfitta di venerdì scorso contro l’Intrepida, l’Involley Orotig incassa invece la terza sconfitta consecutiva. Complici la poca determinazione nella fase iniziale, e la poca lucidità in quella finale, le nostre non hanno saputo sopravanzare su un Cavaion più concreto e lucido nelle diverse fasi di gioco.

L’Orotig approccia abbastanza bene l’inizio gara, ma il Cavaion non resta lì a guardare, rimanendo sempre a ruota fino a metà set, quando tenta di allungare, riuscendoci. Le nostre compiono qualche errore di troppo, e le avversarie ne approfittano per aggiudicarsi il primo parziale.

Il secondo set parte male, le nostre sbagliano tanto e subiscono un pesante parziale di 1-8. Coach Lombardi prova a dare uno scossone, cambiando dapprima Bazzaro con Busca in cabina di regia e poco dopo Bonato per Brunelli in seconda linea. Il risultato si sblocca parzialmente, perché le arilicensi riescono a recuperare fino al 7-12, salvo poi attestarsi sull’ 8-16 con un ace delle avversarie. Lombardi chiama time out, inserisce Squarzoni per Baldo, e cambia i liberi. La situazione non cambia, il parziale arriva a 10-20 e Lombardi inserisce Bizzocoli per Hoxha. Le avversarie però allungano e guadagnano anche il secondo parziale.

Nell’intervallo Lombardi cerca di far ripartire l’Involley, e ci riesce: le nostre riescono ora ad essere più concrete nei vari comparti, arrivando al massimo distacco di 10-2 sulle avversarie, che però non demordono e si avvicinano fino al 10-6. Il Peschiera tenta l’allungo e si porta sul 16-9, quando il coach del Cavaion, Cerone, ferma il tempo. Le nostre però non si deconcentrano, ed al rientro in campo allungano fino al 21-12, quando Lombardi cambia Bazzaro per Busca prima, e Squarzoni per Baldo dopo. Il Cavaion tenta di recuperare, ma invano perché Tosoni in pipe, aiutata dal nastro, piazza il 24° punto, e Hoxha chiude il set con una piazzata in posto 1 avversario, rimasto sguarnito.

L’Involley sembra aver ritrovato fiducia, e parte bene anche nel quarto set. Sul 10-7 Cerone ferma il tempo, ma le nostre non sembrano cedere il passo, ed allungano fino al 14-10. Le avversarie però non mollano e raggiungono la parità sul 16-16, costringendo a sua volta Lombardi a chiamare il time-out. Al rientro in campo l’Involley sembra avere il guizzo giusto per conquistare il set, arrivando fino al 22-19, ma complice qualche errore ed ingenuità di troppo delle nostre, le avversarie pareggiano nuovamente il conto. Il Cavaion tenta l’assalto finale, innestando l’esperta Pozzer in battuta, che infatti riesce a mettere in difficoltà le nostre, che mancano di lucidità proprio nel momento più topico, e soccombono alle avversarie.

Partita in cui le nostre hanno mostrato ancora troppe fasi altalenanti ed errori facilmente evitabili. Peccato, perché avendo sfruttato maggiormente la concretezza di gioco dimostrata nel 3° set ed in parte nel 4°, l’incontro avrebbe avuto forse un esito diverso.

Prossimo appuntamento venerdì prossimo alle 21.15 in casa del Signorini Service di Dossobuono.
INVOLLEY #notabene Orotig 1 – Redskins Cavaion 3 (20-25, 16-25, 25-16,22-25)

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Visualizzato 320 volte