CF/B: Synergy Reschiglian Stra – La Provenzale Resanese 3-2

Pubblicato da

Stra. Alla settima giornata le giovani farfalle di Stra sfatano il tabù PalaStra battendo al tie-break tra le mura amiche di Via Loredan le trevigiane di Resana, passate a condurre 2-1 dopo il terzo set. Sabato sera, 24 novembre, infatti, capitan Beatrice De Marchi e compagne griffate Synergy Reschiglian Stra, dopo esattamente due ore di gioco, hanno sconfitto al quinto set le ospiti de La Provenzale Resanese, compagine tra le cui fila milita l’ex Marta Trevisan seppure assente alla gara per via di un malanno muscolare. Con i due punti conquistati in riva al Naviglio, le bianco-blu di Stra lasciano la maglia nera del “Girone B” alle patavine di Grumolo, stessi punti (4) ma con un miglior quoziente punti. In testa, le trevigiane del Tomasoni Bremas Volley fanno loro la sfida d’alta classifica con le vicentine del GPS San Vito Volley, conquistando San Vito di Leguzzano con netto 3-0, successo che permette loro di salire a quota 18 in compagnia delle Lupe di Montorio, incredibilmente sconfitte tra le mura di casa dal Volley Preganziol (1-3). Veronesi prime ora solo per il miglior quoziente set.
Cronaca. Con il rientro dopo l’infortunio di Letizia Cammillucci, MVP della serata tra le ragazze di Stra con 25 palloni messi a terra (foto), coach Guidotto schiera Piva in cabina di regia e chiude la diagonale palleggio-opposto con Bortoli, Bovo e Cammillucci stessa martelli, capitan De Marchi e Mizzan centrali. La maglia del libero è sulle spalle di Stevanato. Nel corso dell’incontro, breve apparizione per Biasiolo e più consistente per Maso. All’avvio del match, dopo le prime fasi di studio, caratterizzate da numerosi cambi palla e all’insegna della parità (6-6, 7-7), le farfalle di Stra, giocando con il giusto piglio e la spavalderia della gioventù al cospetto di una compagine ben più “esperta”, costringono mister Petrone, tecnico ospite, a chiamare i suoi due time-out discrezionali in rapida successione, prima sotto di uno (12-13), poi di due (15-17). L’espediente funziona, le trevigiane accorciano 18-19, stavolta tocca a coach Guidotto sospendere il parziale. Al rientro, un’ottimo turno al servizio di Bovo crea il break decisivo: Stra sale 24-18, rintuzza il ritorno di Resana (24-21) e, poco dopo, mette in cassaforte il parziale con il punto del 25 tra i fragorosi applausi e i ritmati colpi sui tamburi del pubblico amico accorso numeroso al PalaStra.
Le rosa-nero ospiti impattano nel secondo set. Dopo un inizio in sostanziale parità, Resana, infatti, cambia marcia, prende in mano il pallino del gioco e per De Marchi e compagne il parziale comincia a farsi duro. Capitan Scantamburlo e compagne martellano da ogni parte del campo quando tocca a coach Guidotto chiamare i suoi tempi in rapida successione, prima sotto 14-17, poi 17-20, divario che diventa insuperabile in dirittura d’arrivo. Resana chiude 25-21 e, come detto, impatta la gara Senza storia il terzo set. Al via, le trevigiane comandano sin dall’inizio, mettendo a segno buoni colpi che allungano il divario. Coach Guidotto ferma due volte il set, prima sotto 11-15, poi 13-19. Stavolta però il parziale rimane saldamente nelle mani delle ospiti che si portano sul 2-1 avanti 25-14. La musica non cambia nel quarto parziale, almeno sino alle battute finali. Resana fa ancora la voce grossa e comanda il parziale sin dall’avvio del set. Coach Guidotto chiama tempo sotto di tre (4-7) e i suoi incitamenti sembrano funzionare, tanto che il divario è lo stesso quando tocca al tecnico ospite fermare l’incontro (15-12). Al rientro, le ospiti trevigiane non demordono e scappano avanti 20-16 al secondo time-out bianco-blu. E’ da qui che cambia la gara. Qualche buon colpo al rientro di De Marchi e compagne permette loro di accorciare le distanze, tanto che sono sotto solo di due (20-22) quando al turno di battuta tocca ancora una volta a Bovo. Il suo servizio è ficcante e preciso, Resana fatica a costruire gioco. Stra accorcia e costringe coach Petrone a fermare il parziale avanti solo di uno (22-21). La sospensione non è favorevole. Al rientro, Stra mette a segno il break decisivo (4-0) e chiude il set avanti 25-22 per il pareggio.
Emozionante il quinto set e ultimo set. Stra parte nel peggiore dei modi, tanto che è sotto 3-0 quando coach Guidotto chiama tempo. La sospensione ha il merito di far cambiare la musica all’esito finale del match: poco dopo, infatti, le farfalle di Stra sono avanti 6-4 al primo time-out ospite. Si gira con le bianco-blu avanti 8-7. Al cambio campo la marcia delle ragazze di casa continua a spron battuto (11-8). Resana cede, non ne ha più, Stra taglia il traguardo con netto margine e conquista il primo successo della stagione 2018-19. Nelle sfide con la Pallavolo Stra, stavolta è una compagine di Treviso a tornare nella Marca con le pive nel sacco, anche se con un punto in più in classifica. MVP della serata tra le ragazze di Stra, come detto Letizia Cammilluci, in doppia cifra anche Emma Bovo con 13 palloni a suo favore, seguita da capitan Beatrice De Marchi e Alice Mizzan, entrambe con 10 punti.

Le farfalle di Stra guidate da coach Igor Guidotto, alle ore 20,30 di sabato 1° dicembre saranno ancora impegnate tra le mura amiche del PalaStra, ospite ill GPS San Vito Volley di San Vito di Leguzzano, compagine vicentina terza forza del girone reduce dalla sconfitta interna con il Tomasoni Volley Bremas. Buon campionato a tutti

 

Synergy Reschiglian Stra – La Provenzale Resanese 3-2 (25-21, 21-25, 14-25, 25-22, 15-9)

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Visualizzato 316 volte