BM/C: Match preview: Invent Volley Team Club San Donà-Alva Inox Delta Volley

Pubblicato da

Non chiamatela passerella. Perché per l’Alva Inox Delta Volley l’ultima giornata di campionato è piuttosto un test probante, una preziosa rifinitura in vista dei playoff, che prenderanno il via la prossima settimana. In attesa di conoscere il proprio avversario nella post season (Mirandola e Portomaggiore sono divise da un solo punto), i nerofucsia possono e devono oliare i meccanismi sabato 4 maggio (ore 17.30) sul campo dell’Invent Volley Team Club San Donà.

Già salvi dalla scorsa settimana, i veneziani non hanno più molto da chiedere al campionato in termini di punti, tuttavia proveranno sicuramente a chiudere in bellezza davanti al pubblico amico. Ecco allora che una partita senza obiettivi apparenti diventa una sfida da affrontare a cuor leggero e a viso aperto, contro una capolista che, dal canto suo, dovrà trovare il giusto compromesso tra la necessità di far rifiatare i giocatori più utilizzati e quella di provare schemi e giocate anche con i titolari. Difficile prevedere cosa escogiterà coach Massimo Zambonin per gestire al meglio la sua rosa, di certo, però, il tecnico deltino si aspetta delle risposte dalla sua squadra. La gara con Zanè ha lasciato in eredità ottime sensazioni, anche perché arrivava dopo la delusione della Coppa Italia. Ora l’Alva Inox deve continuare a preparare – soprattutto mentalmente – le sfide decisive per conquistare la Serie A.

È una vigilia un po’ particolare, certo, perché la testa inevitabilmente si proietta già all’ostacolo successivo. Carlo Trolese, però, riporta la concentrazione al tempo presente: “Sabato affrontiamo un avversario già matematicamente salvo, ma per noi è un test molto importante, l’ultimo banco di prova prima di andarci a giocare la promozione. Peraltro San Donà assomiglia molto tecnicamente e fisicamente a Mirandola, che al momento è prima nel girone D e dunque sarebbe il nostro avversario ai playoff. Un motivo in più per cercare di chiudere in bellezza questo campionato, che personalmente mi ha regalato tantissime gioie e mi ha permesso di crescere molto, di affrontare avversari di livello e di giocare con più continuità rispetto all’anno scorso”.

Già, quella della regular season è stata una cavalcata lunga ed entusiasmante. E anche se non vale la promozione diretta in Serie A, la vittoria del girone resta un traguardo storico per l’Alva Inox: “Il primato in classifica – conferma Trolese – è stata una grandissima soddisfazione, considerando che per conquistarlo abbiamo dovuto vincere 23 partite su 25, perdendo due sole volte, delle quali una al tie-break. Questo serve a capire quanto difficile sia stato il campionato, forse più dell’anno scorso, quando l’unica nostra contendente era Prata. Il livello medio si è decisamente alzato. Il successo che mi ha dato più soddisfazione? L’1-3 in casa di Trebaseleghe al ritorno, una prestazione di carattere che ci ha dato il ‘la’ per lo sprint finale”.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Visualizzato 105 volte