CM/B: C.U.S. VENEZIA – DINAMICA VOLLEY SOLESINO 1 – 3 (20-25, 25-23, 21-25, 19-25)

Pubblicato da

SAN MARCO (FAVATO) DOMA IL LEONE VENEZIANO

C.U.S. VENEZIA – DINAMICA VOLLEY SOLESINO 1 – 3 (20-25, 25-23, 21-25, 19-25)

DINAMICA: Bertin, Bertazzo (L), Conterio (L), Dainese (11), Girlanda, Italiano (4), Mamprin, Menegazzo (9), Milani, Muraro, Siviero (17), Valle (5), Zotta (15). All. Favato.
Aces: Zotta (3), Dainese, Menegazzo (2), Siviero (1). Muri-punto: Siviero (3), Dainese, Menegazzo (1).

I giocatori a fine partita portano in trionfo San Marco Favato: Dinamica ridimensiona i veneziani, che con Cavaion coabitavano la vetta della classifica, e con una prova di carattere tanto bella quanto discontinua momentaneamente si tira fuori d’impaccio dal black-dicember.
Iniziano con piglio i padovani, che approfittano della scarsa vena al servizio dei veneziani: in regia Italiano può mettere in azione i centrali, e proprio Siviero mette a terra la palla del sonotriplice vantaggio (10-7). Zotta chiude a punto un’azione dal brivido interminabile, incrementando il punteggio differenziale (17-13) che il CUS tenta di erodere e che Italiano ribadisce (23-19) con palla addomesticata di seconda intenzione. Chiude Zotta (25-20).
Nel secondo set Dinamica sembra passeggiare sulle acque, e coach Ribon immediatamente chiama il timeout per frenare l’inerzia dei suoi (5-2). Proseguono gli errori in attacco del CUS (8-2), a segno con l’opposto dalla seconda linea (8-3) e sparano una serie di intrepide battute al salto che danno il LA alla rimonta, e dopo due muri vincenti veneziani (10-8) costringono Favato al timeout (10-8). Il match si scalda, un presunto tocco agevolato mal gestito dalla coppia arbitrale arroventa gli animi, cartellino rosso e pareggio del CUS (10-10). Si prosegue con una serie (4) di invasioni di rete. I veneziani mantengono alto il livello del servizio diversamente dai padovani, imprecisi in attacco e al servizio: parità, un set per parte.
Terzo set nel segno del riscatto, Italiano cerca e trova al centro Siviero (1-0, 3-0, 5-1). L’ace di Dainese dà corpo alla volontà di vittoria del Dinamica (6-1), che si mantiene a distanza di sicurezza dai tentativi di riaggancio dei lagunari (7-4, 12-8, 18-14). Tre attacchi laterali e consecutivi punti a muro del CUS mettono in apprensione San Marco Favato (23-19, 23-20, 23-21), ma ci pensa l’incontenibile Siviero a sbrogliare la matassa dal centro (24-21, 25-21).
Comincia nel segno di Siviero anche il quarto set: attacco (3-1), muro (4-1), muro (5-1). Passa dal centro anche Menegazzo (9-5), e dopo il combattutissimo scambio concluso a punto da Dainese (23-18) ammaina bandiera il CUS. Menegazzo chiude i battenti (25-19).
Ossigeno per la classifica dei solesinesi, ma segnali non proprio positivi sugli attacchi della palla alta: pallonetto e mani-fuori, quando servono, sono ancora misconosciuti.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Visualizzato 266 volte