Synergy Reschiglian Stra – La Provenzale Resanese 2-3

Pubblicato da

Synergy Reschiglian Stra – La Provenzale Resanese 2-3 (25-15, 25-18, 25-22, 18-25, 15-17)

Le giovani farfalle di Stra griffate Synergy Reschiglian Stra, ancora in formazione rimaneggiata, combattono e difendono come veterane, vanno avanti per ben due volte ma alla fine devono cedere le armi alla più possente formazione ospite. Sabato sera, 29 settembre, infatti Letizia Cammillucci, capitano per l’occasione, e compagne, dopo essere state avanti prima 1-0, poi 2-1, sono state sconfitte al tie-break dalla più esperta compagine de La Provenzale Resanese, unica formazione del “Girone 8” ancora senza sconfitte, nell’ultimo turno casalingo della Coppa Veneto – Trofeo Mikasa 2018-19. Nonostante la battuta d’arresto patita sul filo di lana, le ragazze Synergy erano avanti 14-11 prima di cedere il set 15-17, regna un cauto ottimismo in casa Pallavolo Stra per il buon lavoro svolto in palestra dopo poco più di un mese dall’inizio della nuova stagione, che fa ben sperare per l’imminente campionato di “Serie C”.
Cronaca. Come già detto, formazione rimaneggiata rispetto alle prime uscite quella schierata da coach Guidotto nella quarta uscita di coppa: mancano ancora tre centrali sui quattro a disposizione, come nel turno infrasettimanale a Campodarsego, perciò solo Frison al palleggio, Mizzan al centro e Chigliaro con la maglia del libero sulle spalle sono ai loro posti, mentre Maso, Cammillucci, Bovo e Stevanato, ancora con l’inedita maglia bianca, occupano quelli restanti. Nel corso dell’incontro, trova spazio anche Bortoli. Le farfalle di Stra fanno la voce grossa sin dal fischio d’avvio, giocano una pallavolo fatta di servizi ficcanti e pronti attacchi, condita da buone ricezioni e attente difese. Per Resana si fa dura, tanto che il coach trevigiano è costretto a fermare la contesa per ben due volte in rapida successione, prima sotto 12-14, poi 12-17. L’espediente in entrambi i casi non funziona, le ragazze di coach Guidotto mantengono il passo e la concentrazione giusta per far loro il parziale, avanti di dieci lunghezze (25-15).
Nel secondo, aggiustati alcuni fondamentali, la musica cambia a favore delle rosa-nero ospiti. Stavolta è la coppia Guidotto-Taddia a sospendere la gara nei primi frangenti del set in due momenti molti ravvicinati, prima sotto 3-7, poi 7-12. Al secondo rientro, le farfalle attaccano e accorciano le distanze: sono sotto di tre quando tocca al coach ospite chiamare tempo (17-14). Resana riprende la marcia, per le ragazze di Stra si fa dura, il divario si allarga, tante che alla fine raggiunge i sette punti per il pareggio ospite (25-18).
Terzo set tutto di marca bianco-blu, con Resana quasi sempre ad inseguire. A circa metà set, il tecnico ospite ferma una prima volta la contesa, sotto 12-16. Subito dopo è costretto ad una seconda chiamata, stavolta sotto di cinque (14-19). Al secondo rientro, le sue ragazze accorciano, tocca a coach Guidotto fermare la marcia trevigiana, avanti di tre (19-16). Resana è galvanizzata, mette la freccia ed è avanti di due quando la panchina bianco-blu chiama il suo secondo time-out a disposizione, sotto 19-21. L’escamotage stavolta funziona ed è un incredibile 6-1 tennistico che consegna il parziale alle farfalle di Stra, avanti 25-22 che porta al secondo vantaggio nei set.
Resana comanda all’inizio del quarto (3-0). Stra prima pareggia a quota 6, poi scappa via (10-9, 12-10), prima del pareggio ospite a quota 13. Resana subito dopo mette la freccia del sorpasso. Il margine si allarga: 13-15 alla prima chiamata di coach Guidotto. Le rosa-nero continuano la loro marcia, la panchina bianco-blu ferma ancora il parziale sotto 16-19. Un incredibile black-out bianco-blu (0-7) porta le ospiti molto avanti (24-16) prima di chiudere 25-18 per il secondo pareggio.
La gara prosegue con un quinto set. Stavolta comandano le farfalle di Stra, tanto che al cambio di campo sono avanti 8-6. In dirittura d’arrivo il margine è più ampio (14-11) ma Cammillucci e compagne sprecano i tre match-point a disposizione (14-14). Subito dopo ne conquistano un’altro (15-14) prima di alzare bandiera bianca sotto 17-15. Nonostante la battuta d’arresto, scroscianti gli applausi del pubblico amico accorso al PalaStra, calorosi anche quelli ospiti, che hanno reso onore alla buona prova messa in campo dalle giovani ragazze di Stra. Miglior marcatrice tra le farfalle di Stra Emma Bovo con 21 palloni messi a terra (nella foto). In doppia cifra anche Letizia Cammillucci con 18 e Alice Mizzan con 11.

Archiviata l’ultima casalinga di coppa, la prossima gara è in programma sabato 6 ottobre alle ore 20,30 quando le farfalle di Stra sono attese dalla compagine del Cadoneghe Volley, tra le cui fila militano le ex Andreea Borza e Giulia Monetti, reduce dalla sconfitta a Rustega di Camposampiero con il San Domenico Savio capolista. Buon campionato a tutti

 

( in foto: Bovo Emma, schiacciatrice Synergy Reschiglian Stra )

 

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Visualizzato 426 volte