B2F: Il big-match dell’Aduna è di Asolo

Pubblicato da

Si ferma ancora Eraclya Aduna Padova, e questa volta lo stop arriva
in casa, nello scontro diretto con Asolo Altivole Riese Volley. Il big
match della nona giornata di B2 Femminile finisce 1-3 per le
trevigiane, che scappano via in classifica (più quattro), mentre Aduna viene
agganciata da Fratte al secondo posto. Non si è visto un abisso di
differenza tra le due squadre, tuttavia Asolo ha dimostrato di avere qualcosa in più. In difesa, prima di tutto, ma anche nella sicurezza con cui ha condotto i primi due parziali e il (caldissimo) finale del quarto set. Lì dove a Eraclya è mancato il guizzo dei giorni migliori.

LA PARTITA

Eraclya al via con Rossi al palleggio e Mattiazzo opposto, Volpin e Fanelli centrali, Tolin e Angelini schiacciatrici, Stocco libero uno. Il tecnico di Asolo Antonio Civiero risponde con la diagonale Danieli-Pozzebon, Bittante-Mezzalira al centro, Forner-Fantinel bande, primo libero Biaduzzini.

Prima della gara le ragazze di Aduna consegnano un piccolo omaggio all’Under 14 Femminile della Vigonovese, ospite a Casalserugo. Via alle danze: muro a due di Bittante-Pozzebon, primo break di Asolo (1-3). Pareggia Mattiazzo (4-4), Forner allunga di nuovo con uno straordinario poker (4-9, time Amaducci).
Tocco sporco di Mezzalira e muro dell’indemoniata Forner (6-12),
la squadra di casa ruggisce con Mattiazzo, Volpin e Angelini
(9-12), ma non riesce ad avvicinarsi più di così. Anzi, il turno in
battuta di Mezzalira (due ace) fa sprofondare Aduna a meno sette (12-19,
time Amaducci). Fanelli (attacco-muro) e Tolin fanno 15-19,
Angelini stampa il muro del 18-21 e questa volta tocca a coach Civiero
chiamare tempo. Non si scompongono comunque le ospiti, che mantengono il comando. Entrano Gatto (18-22) e Vesco (19-23) in battuta (out Bittante e Danieli), ma è di Eraclya il servizio che fa la differenza, purtroppo in negativo: 20-25, 0-1 Asolo.

Il buono start di Aduna nel secondo parziale (3-1) viene annullato dalla
presenza asfissiante in difesa delle ospiti (due muri per il 3-6). Bittante
mette altro fieno in casina per Asolo (4-8), Rampazzo rileva Tolin
tra le patavine (4-9), che rosicchiano margine sulla battuta di Rossi
(ace del 7-9) e della stessa Rampazzo (ace del 9-10).
Arriva anche il pari (10-10), Forner è un martello pneumatico da
posto quattro (10-12), le risponde con altrettanta veemenza Mattiazzo
(12-12). Asolo ha sempre il vantaggio sul tabellone (14-17, scatenata
Pozzebon), coach Amaducci prova a invertire la tendenza inserendo
Montaguti come libero, e perlomeno Eraclya si riporta a tiro (17-18,
muro di Rossi). Ahia, sbagliano due volte le locali (17-20),
l’ace di Gatto (entrata per Bittante) diventa quasi una condanna
(17-21). Nonostante gli ultimi tentativi di Mattiazzo e Angelini
(21-24, time Civiero), Aduna deve chinare la testa: 21-25,
0-2.

Terzo set, Eraclya conferma Rampazzo e Montaguti.
Proprio Rampazzo in battuta dà il la alla mini-fuga iniziale delle
padrone di casa (5-2, Asolo sostituisce Bittante e Danieli
con Fiorese e Vesco). Due lampi di Volpin (8-2),
muro di Rossi (9-3), poi l’improvviso black out padovano (9-7,
time Amaducci). Torna a brillare Forner (9-9), Aduna cerca
linfa dal doppio cambio (Canola e l’esordiente Canazza al posto
di Rossi e Mattiazzo) e la trova: 10-9 Fanelli, 11-9 Canola, 13-9 Fanelli; in battuta c’è – manco a dirlo – Canazza. Pozzebon (due volte) e Fiorese (muro), immortale Asolo (15-15), che mette la freccia sul servizio di Fantinel (18-19) e scappa via grazie alla solita Forner (19-21, time Amaducci).
L’ennesimo ribaltone porta le firme di Canazza (primi punti in
categoria) e del duo di ritorno composto da Rossi (ace) e Mattiazzo:
22-21. Siamo alla svolta, Fanelli-Rampazzo per il 24-22,
out il successivo attacco delle trevigiane: 25-22, 2-1.

Asolo comincia il quarto set con Vesco e Fiorese. Break inaugurale di Aduna (5-2), subito time per coach Civiero, che sul 6-2 (Fanelli) dà un’altra rimescolata alle sue carte (Danieli e Gatto per Vesco e Fantinel). Mossa azzeccata, le ospiti impattano sul servizio di Mezzalira (7-7) e sorpassano con Fiorese (muro dell’8-9). Volpin guida alla riscossa Eraclya (11-10),
Angelini mette giù il 12-10 e il 15-12. Doppietta di Forner da seconda linea (15-14), muro di Gatto, Asolo è sempre lì (15-15).
Prosegue il break delle trevigiane: ace di Pozzebon (15-16), mani-out di Gatto (15-17), invasione delle locali (15-18), altro ace di Pozzebon (15-19). Rossi (tocco di prima e ace), e Fanelli (due muri): nemmeno Aduna vuole mollare l’osso (19-19).
Finale a nervi tesi, Asolo prende due lunghezze di vantaggio (21-23,
time Amaducci) e poi la prima palla match (21-24 Fiorese).
Mattiazzo sigla il 22-24 (Turri in battuta per Fanelli), Forner spara out il 23-24 ma si fa perdonare subito dopo: 23-25, 1-3 Asolo.

Scuro in volto il tecnico di Eraclya Lorenzo Amaducci a fine gara: “Asolo
ci è stata superiore nei primi due set, vanno fatti loro i complimenti perché
non lasciano cadere mai il pallone, abbiamo faticato tantissimo in attacco. Per quanto riguarda noi, cercheremo di lavorare sui nostri problemi e sistemare quello che non sta funzionando in questo momento del campionato”.

TABELLINO

Eraclya Aduna Padova-Asolo Altivole Riese Volley 1-3 (20-25, 21-25,
25-22, 23-25)

Battute punto/errori: Aduna 7/11, Asolo 8/7; Ricezione: Aduna 43%, Asolo 51%; Attacco: Aduna 28%, Asolo 32%; Muri punto: Aduna 12, Asolo 9.

Eraclya Aduna Padova: Angelini 14, Mattiazzo 13, Fanelli 12, Volpin 8,
Rossi 6, Rampazzo 5, Canazza e Canola 2, Tolin 1, Turri 0, Celegato NE; liberi: Stocco e Montaguti. Coach: Lorenzo Amaducci.

Asolo Altivole Riese Volley: Forner 24, Pozzebon 15, Mezzalira 13,
Fiorese 7, Bittante, Fantinel e Gatto 3, Danieli 2, Vesco 0, Cremasco e
Trevisan NE; liberi: Biaduzzini e Ferraro. Coach: Antonio Civiero.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Visualizzato 364 volte