B2F/D: Spaccio Occhiali Vision Codognè-Eraclya Aduna Padova 3-0

Pubblicato da

Crollo Eraclya Aduna Padova. A differenza dei precedenti ko contro Chions e Fratte, il 3-0incassato sul campo della Spaccio Occhial Vision Codognè è senza attenuanti. Come ammesso da coach Amaducci a fine gara, semplicemente non ha funzionato nulla in terra trevigiana: Mattiazzo e compagne sono apparse scariche, spente (oltre che terribilmente imprecise), al cospetto di un avversario che invece era a caccia di punti salvezza e ha azzannato la partita fin dal primo pallone.

LA PARTITA
Eraclya inizia con Rossi regista e Mattiazzo opposto, Volpin e Fanelli al centro, Angelini e Tolin schiacciatrici, Montaguti libero. Glauco Sellan, tecnico di Codognè, risponde con Simonetti-Zangrando in diagonale, AlessandriaMenegaldo centri, Favaro e Marta Masiero in posto quattro, Sara Masiero libero.

Primo break di Codognè con Alessandria protagonista a muro (4-0). Anche Aduna si fa valere a in questo fondamentale: murate di Tolin,Volpin e Fanelli6-5. A segno Marta Masiero per l’8-5, ace di Menegaldo (10-6), accorciano Mattiazzo e Fanelli (10-8), ma Alessandria e Marta Masiero castigano le ospiti, spingendo coach Amaducci al time (13-8). Dopo il ruggito di Tolin (attacco-muro per il 13-10), Eraclya scivola a meno sette (17-10), praticamente senza reagire. Doppio cambio patavino, Canola-Zecchin per Rossi-Mattiazzo (18-12), altro tempo chiamato da Amaducci (21-13). Chiudono due ace consecutivi di Menegaldo25-151-0 Codognè.
Eraclya riparte con Canola in regia, ma è un altro start da incubo (5-1). Volpin prova a  daee la scossa in battuta (ace del 5-3, Codognè sostituisce Favaro con De Gasper), gli errori ospiti continuano ad essere troppi però (10-6, ace di Zangrando). Due muri in serie della coppia Mattiazzo-Volpin (10-9), Tolin trova le misure da posto quattro (13-12), la formazione di casa tiene comunque le redini in mano perché è più reattiva nei tanti scambi prolungati. Ace di Simonetti e time Amaducci(17-12), muro di Zangrando (20-14), invasione ospite (22-15). Così è davvero impossibile anche solo pensare ad una rimonta: 25-162-0.
Terzo set, Aduna con Rossi e Zecchin in sestetto (fuori Canola e Tolin), mentre Codongè conferma De Gasper. Ace di Angelini e muro di Volpin, patavine per la prima volta in vantaggio (2-5), ma De GasperZangrando e Marta Masiero firmano l’immediato ribaltone (6-5). Ace di Menegaldo (10-8), De Gasper punge da seconda linea e c’è time per Amaducci (13-9). Eraclya cerca di riemergere con Angelini (15-13), Alessandria piazza due ace in serie e la fa sprofondare di nuovo (18-13)Menegaldo (muro) e De Gasper, non si ferma la corsa trevigiana (20-13). Sussulto di Volpin (attacco e ace, 21-16), l’ultimo di una serata da cancellare per Aduna: 25-193-0 Codognè.

Il commento amaro di Lorenzo Amaducci, tecnico di Eraclya: “Stasera non ha funzionato nulla, siamo completamente mancati anche a livello di motivazioni. Venivamo da una settimana difficile, è vero, ma questa era una trasferta alla nostra portata, in cui puntavamo fare punti importanti per rimanere attaccati al treno playoff. Non ci resta che tornare in palestra e continuare a lavorare”.

TABELLINO
Spaccio Occhiali Vision Codognè-Eraclya Aduna Padova 3-0 
(25-15, 25-16, 25-19)

Battute punto/errori: Codognè 9/11, Aduna 3/6; Ricezione: Codognè 56%, Aduna 40%; Attacco: Codognè 32%, Aduna 20%; Muri punto: Codognè 5, Aduna 10.

Spaccio Occhiali Vision Codognè: Alessandria 12, De Gasper 10, Menegaldo 9, Zangrando 8, Marta Masiero 7, Simonetti 3, Favaro 1, Poles, Boffo, Di Fonzo e Cadel NE; liberi: Sara Masiero e Bianco. Coach: Glauco Sellan.

Eraclya Aduna Padova: Volpin 11, Mattiazzo 7, Tolin 5, Angelini 4, Fanelli 3, Zecchin e Rossi 1, Canola 0, Celegato NE; liberi: Montaguti e Stocco. Coach: Lorenzo Amaducci.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Visualizzato 424 volte