B2F/D: Match preview: Eraclya Aduna Padova-Union Volley Jesolo

Pubblicato da

Sembra passata una vita da quel 17 novembre. Allora Eraclya Aduna Padova era prima in classifica e si presentava sul campo dell’Union Volley Jesolo con tutti i favori del pronostico. Un pronostico che la formazione di Lorenzo Amaducci riuscì a rispettare (1-3), ma con tanta, tantissima fatica. Oggi, alla vigilia del match di ritorno (in programma sabato 9 marzo alle 20.30 Casalserugo), le prospettive sono decisamente cambiate: Eraclya è scivolata al quinto posto, viene dalla batosta in casa delle Villadies e, più in generale, da un periodo costellato da alti e bassi. Al contrario, Jesolo, seppur ancora terzultima in graduatoria, è una delle squadre più frizzanti del momento: ha battuto Chions in trasferta due settimane fa, mentre nello scorso turno è riuscita a strappare un set al caterpillar Fratte.

Che il gap tra le due compagini si sia assottigliato parecchio in questi mesi lo dicono ancora più chiaramente i numeri relativi al 2019: da gennaio ad oggi Aduna ha collezionato tre vittorie e cinque sconfitte per un totale di otto punti; nel conto di Jesolo ci sono invece quattro successi e altrettanti ko per un totale di 11 punti. Quello che non è cambiato rispetto a un girone fa è il bisogno di fare risultato: Eraclya insegue i playoff e non può permettersi altri passi falsi, Jesolo vede la salvezza a sole cinque lunghezze di distanza ma per portare a termine la missione le serve un’accelerata da qui alla fine del campionato.

Confronto alla pari, dunque, anche nelle motivazioni. Questa l’analisi della schiacciatrice di Aduna Sara Angelini nella consueta interviste pre-partita: “All’andata la gara era più facile sulla carta, ma già allora non facemmo una delle nostre migliori prestazioni – afferma – Ci aiutarono a vincere i tanti errori commessi dalle avversarie, errori che sicuramente non ripeteranno questa volta, sia perché sono molto cresciute nel frattempo, sia perché hanno un conto in sospeso nei nostri confronti. Jesolo è una squadra giovane, che ha fisico, potenza nei colpi e la giusta dose di spensieratezza, quella che forse manca a noi in questo momento. Speriamo di riuscire a sfruttare il fattore esperienza, sarà fondamentale essere il più ordinate possibile in ricezione e difesa, che secondo me saranno le chiavi della partita. Ma è molto importante anche l’atteggiamento: dobbiamo essere aggressive, grintose, penso sia questo l’unico modo per uscire dal tunnel in cui ci troviamo”.

Già, i fantasmi del recente passato, un avversario in più per Eraclya: “Il match di sabato scorso con le Villadies è stato un remake delle ultime gare fuori casa – spiega Angelini – Abbiamo il mal di trasferta, è vero, ma non riusciamo ancora a capire perché. Siamo abituate a cambiare palestra e punti di riferimento durante la settimana di allenamenti, forse semplicemente il fatto di giocare lontano dal nostro palazzetto si aggiunge alle altre difficoltà che stiamo vivendo come gruppo. Abbiamo parlato tanto dei nostri problemi in questi giorni e siamo giunte alla conclusione che ognuna di noi deve concentrarsi sulle proprie sicurezze, sulle cose che le riescono meglio piuttosto che su quello che non va. Se sono in difficoltà in un fondamentale c’è sicuramente una mia compagna che può sopperire a questa carenza e lo stesso posso fare io per lei. Credo sia questo il segreto del lavoro di squadra”.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Visualizzato 300 volte