B2F/D: Illiria Juliavolley Staranzano-Eraclya Aduna Padova 0-3

Pubblicato da

La festa in campo non c’è stata, ma solo perché al termine del match vinto 0-3 in casa dell’Illiria Juliavolley StaranzanoEraclya Aduna Padova non aveva ancora la sicurezza di essere aritmeticamente salva. Poco male, la notizia è arrivata qualche minuto più tardi ed è stata accolta con grande soddisfazione da parte di coach Amaducci e delle sue ragazze. È vero, Aduna era partita con altre ambizioni a inizio stagione e per qualche settimana ha perfino potuto cullare il sogno della promozione diretta, ma dopo il momento difficile vissuto tra gennaio e febbraio, questo sprint finale è stato un vero toccasana per molti mali. Finalmente salve, finalmente libere dall’incubo retrocessione: e ora si può giocare con il sorriso sulle labbra le ultime due gare della stagione.

LA PARTITA
Eraclya schiera Rossi come palleggiatrice e Mattiazzo opposto, Volpin e Fanelli centrali, Tolin e Angelini schiacciatrici, Stocco libero. Il tecnico di Staranzano Paolo Cola si affida a Ciani-Tommasin in diagonale, Vit-Cocco al centro, Russo-Allesch in posto quattro, Fasan libero.

Mattiazzo-Volpin per lo 0-2 di inizio gara. Ancora Volpin, muro-attacco, e Mattiazzo, ace: 1-5. Solidissima la fase break di Eraclya, coach Colaferma il gioco dopo un altro muro di Volpin (1-7). Anche Angelinipartecipa alla festa (1-9), ma Volpin è sempre la più affamata (2-11). Risale un po’ Staranzano, aiutata da qualche errorino delle ospiti (7-13), che d’altro canto paiono poter gestire in piena scioltezza il ritmo del gioco. Quando Mattiazzo mette a segno il servizio del 9-20 e Volpin quelli dell’11-23 e 11-24, suona, di fatto, il gong: 14-250-1 Aduna.
Tutto troppo facile nel primo set, il secondo comincia con molto più equilibrio. Merito di Staranzano, demerito di Padova, decisamente poco attenta, come dimotra l’ace del 10-8 di Allesch. Botta di Russo, due muri di Ciani13-8, time per Amaducci. Picchia forte Russo (15-9),  finalmente risponde Eraclya con Fanelli (15-11 e 16-12), Mattiazzo(18-15) e Angelini (18-16): tempo richiesto dalla panchina goriziana. Ora serve un’altra accelerata di Eraclya, che puntualmente arriva: muro di Volpin, attacco da seconda linea di Mattiazzo più un’invasione delle locali, 18-19, ancora time per ColaVolpin giganteggia a muro (18-20 e 20-21), Stocco ramazza palloni preziosi in difesa (20-22), Angelinicolpisce di precisione (ace del 20-23), Tolin di potenza (20-24). L’ultimo morso ancora di Angelini in battuta: 20-250-2.
Terzo set, Staranzano con Beltrame regista. Eraclya sempre Volpin-centrica (3-5), Tolin reclama un po’ di spazio e lo trova (4-8), time-out Cola. La più attiva tra le goriziane è Vit (muro del 6-9), Tolin e Volpin(ace) ne placano subito gli entusiasmi: 6-12, nuova interruzione comandata dal tecnico di casa. Diagonale di Russo e ace di Allesch (9-12) poi cambio ospite, fuori Rossi per Canola (9-13). Il copione resta invariato, Staranzano all’inseguimento, Padova cattiva quanto basta per non farsi più agguantare. Traguardo salvezza raggiunto in poco più di un’ora di gioco: Fanelli schianta giù il 21-250-3 Aduna.

Il commento a fine gara di Lorenzo Amaducci, tecnico di Eraclya: “Siamo partiti molto concentrati e il primo set è scivolato via liscio. Nel secondo Staranzano ha sbagliato meno, noi forse siamo un po’ calati, ma la prestazione nel complesso è stata buona e ricalca quello che stiamo facendo nelle ultime settimane. La squadra in questo momento gira bene ed è serena, andiamo avanti così fino alla fine del campionato”.

TABELLINO
Illiria Juliavolley Staranzano-Eraclya Aduna Padova 0-3 (14-25, 20-25, 21-25)

Battute punto/errori: Staranzano 4/8, Aduna 9/10; Ricezione: Staranzano 38%, Aduna 39%; Attacco: Staranzano 28%, Aduna 34%; Muri punto: Staranzano 6, Aduna 7.

Illiria Juliavolley Staranzano: Russo 11, Cocco, Allesch e Vit 5, Ciani e Tomasin 2, Beltrame 0, Gavagnin, Pizzignacco, Schiavone e Sancin NE; libero: Fasan. Coach: Paolo Cola.

Eraclya Aduna Padova: Volpin 18, Mattiazzo 11, Tolin 7, Fanelli e Angelini 5, Rossi 2, Canola 1, Zecchin NE; liberi: Stocco e Montaguti. Coach: Lorenzo Amaducci.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Visualizzato 290 volte