B2F/D: Eraclya Aduna Padova-Seleco Città di Trieste 3-0

Pubblicato da

Tutto facile per Eraclya Aduna Padova. La squadra di Lorenzo Amaducci liquida con un netto 3-0 il fanalino di coda Seleco Città di Trieste e interrompe una striscia negativa che durava da tre partite. Buone notizie da Casalserugo, dove hanno trovato spazio anche le atlete meno utilizzate fin qui, buonissime da Chions, con la Friultex terza in classifica caduta inaspettatamente 2-3 contro Jesolo. Aduna vede così ridursi il gap dalla zona playoff da sette a cinque lunghezze: la strada rimane in salita, ma c’è un po’ di speranza in più all’orizzonte.

LA PARTITA
Eraclya in campo con Rossi alzatrice e Mattiazzo opposto, Volpin Fanelli centrali, Zecchin e Angelini schiacciatrici, Montaguti libero. Il tecnico di Trieste Ciro Zoratti si affida a Piccinno-Zuliani in diagonale, Zuttion-Spadaro al centro, Sblattero-Bole in banda, Ponton libero.

Approccia meglio la gara Trieste, avanti 4-7 con due punti a testa per Sblattero e Zuliani. Aduna prende lentamente la rincorsa per darsi lo slancio: pari a muro di Rossi (10-10), quindi Angelini (ace) e Zecchincertificano il cambio di rotta, 14-11, time Zoratti. Il muro di Volpin vale il più quattro (15-11), distanza immutata quando Trieste vara il doppio cambio Canarutto-Tientcheu per Piccinno-Zuliani (18-14). Di nuovo Zecchin (muro) e Angelini, Eraclya in fuga (21-14), il resto lo fanno le ospiti con una caterva di errori: 25-151-0 Aduna.
Al cambio campo Trieste conferma Canarutto in regia, lancia Crucitti al centro (fuori Spadaro) e inverte Bole (che passa a fare l’opposto) con Zuliani (in banda). Intanto le padrone di casa decidono di forzare subito i tempi: doppietta di Mattiazzo per il 3-1 che inaugura la frazione. Dopo un timido accenno di rimonta delle giuliane (5-4), salgono in cattedra Angelini (due attacchi) e Fanelli (un muro e un ace) protagoniste del 12-5 su cui coach Zoratti chiama tempo. Mattiazzo (13-5) e Volpin(muro del 15-6), Eraclya passeggia sul velluto e può proporre la nuova diagonale Canola-Ballan (out Rossi-Mattiazzo), oltre a Stocco in seconda linea. Il punteggio sembra ormai acquisito, spazio alle riserve: Trieste ripropone il doppio cambio, Aduna concede minuti a Celegato(fuori Fanelli). C’è un piccolo momento di buio delle locali (18-13), vi pongono rimedio proprio le neoentrate Celegato e Ballan che firmano il 22-13 della sicurezza. Il finale è pura accademia: 25-142-0.
Terzo set, Aduna con Canola al palleggio, mentre Trieste dirotta Piccinoin posto quattro e Bole al centro, con Zuliani che torna a fare l’opposto (si accomoda in panchina Crucitti). Tante pedine mosse sullo scacchiere ospite, ma è sempre la formazione di casa a prendersi il primo break: ace e attacco da seconda linea di Mattiazzo4-1. Accorcia Bole (4-3) prima del ciclone Angelini: una schiacciata seguita da due ace di fila per l’8-3. Tocca ai centrali Volpin e Fanelli (muro) confezionare lo strappo successivo (11-4), dà loro manforte Canola con l’ace del 13-5 (Trieste sostituisce Zuttion con Spadaro). Si rivede Celegato (stavolta esce Volpin), brava a ritagliarsi immediatamente un angolo di gloria (19-8). Mattiazzo fa 21-9, ancora Celegato per il 22-11 e il 24-11. Il pallone da tre punti lo mette giù Fanelli25-123-0 Aduna.

Le dichiarazioni a fine gara di Lorenzo Amaducci, tecnico di Eraclya: “Abbiamo sempre tenuto la partita sotto controllo, riuscenndo a sfruttare l’occasione per far rifiatare chi ne aveva bisogno e dare spazio a chi aveva visto meno il campo fino ad oggi. Definirei la nostra prestazione ordinata, sia nel cambio palla che in fase break. Adesso concentriamoci sulla gara della settimana prossima: il treno playoff è ancora lì, e se vogliamo andare a prenderlo, dobbiamo affrontare ogni gara da qui in avanti come fosse una finale”.

TABELLINO
Eraclya Aduna Padova-Seleco Città di Trieste 3-0 (25-15, 25-14, 25-12)

Battute punto/errori: Aduna 11/6, Trieste 3/6; Ricezione: Aduna 50%, Trieste 37%; Attacco: Aduna 52%, Trieste 33%; Muri punto: Aduna 9, Trieste 1.

Eraclya Aduna Padova: Volpin e Angelini 11, Mattiazzo 8, Fanelli 7, Celegato 6, Zecchin 5, Ballan 2, Rossi e Canola 1, Tolin e Rampazzo NE; liberi: Montaguti e Stocco. Coach: Lorenzo Amaducci.

Seleco Città di Trieste: Bole e Sblattero 8, Zuliani 7, Zuttion 4, Canarutto e Piccinno 1, Crucitti, Spadaro e Tientcheu 0, Krizman e De Crescenzo NE; libero: Ponton. Coach: Ciro Zoratti.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Visualizzato 327 volte