B2F: Alia Aduna Padova-Est Volley San Giovanni al Natisone 1-3

Pubblicato da

Partita buttata via. Senza girarci troppo intorno, perché se già a Bassano gli errori avevano condizionato l’andamento del match, questa volta il problema è stato perfino più evidente. Alia Aduna Padova perde 1-3 in casa contro Est Volley San Giovanni al Natisone, ma può davvero mangiarsi le mani per com’è maturata questa sconfitta. Primo set gettato alle ortiche, secondo anche, terzo quasi, solo nel quarto le ospiti hanno veramente legittimato la vittoria. Come ha evidenziato coach Amaducci a fine gara, questione di esperienza: quella che Est Volley ha dimostrato di avere in abbondanza e ad Aduna è mancata nei momenti topici del match.

LA PARTITA
Alia Aduna con la stessa formazione delle ultime settimane: Tiozzo alzatrice e Canazza opposto, Celegato e Akrami centrali, Turri e Tolin bande, Porporati libero. Il tecnico di Est Volley Gabriele Berzacola schiera Petejan-Russo in diagonale, Mussap-Tavagnutti in mezzo, Di Marco-Comin in posto quattro, Duca libero.

Pronti, via, 4-0 Aduna con un attacco di Tolin e due ace di Akrami. Battuta a segno anche per Mussap (5-3), qualche errore di troppo tra le fila patavine e siamo quasi a contatto (10-9). Preziosa doppietta di Tolin (12-9), Canazza forza sulle mani del muro ospite e c’è il primo time della serata per Berzacola (13-9). Ancora pasticciona la squadra di casa (15-14), l’esperta Tavagnutti non perdona e fa 15-15Fanò rileva Comin per Est Volley, che passa al comando con i muri di Mussap e Russo 18-20, time Amaducci. Continuano le sbavature delle locali, Russo sigla il 19-22, secondo tempo richiesto da Amaducci. Muro della speranza di Canazza (20-22), entrano Pertoldi e Grandis per Tiozzo e la stessa Canazza. La mossa non produce gli effetti desiderati, San Giovanni chiude con l’ace di Mussap20-250-1.
Partenza lanciata di Alia Aduna anche nel secondo parziale, 2-0 dopo l’ace di Turri. Di nuovo, Padova sciupa più d quanto produce, Est Volley a più due con Comin (4-6). Riscossa Turri, due schiacciate a segno, 8-7. Arriva anche uno schiaffo di Canazza10-8, time Berzacola.  Non ci stanno le ospiti, ace di Mussap12-12. A tutta grinta la risposta di Tolin, attacco e muro, 15-12 per le padrone di casa. Riecco San Giovanni, break pesante sulla battuta di Russo (15-16). È un finale da coltello tra i denti, ma Aduna perde per strada la bussola: coach Amaducci prima chiama time, quindi inserisce Giannone per Akrami, poi richiede un’altra interruzione (20-23). Canazza è l’ultima a mollare, la svolta non arriva comunque: 22-250-2.
Terzo set, ormai non è più una sorpresa l’abbrivio iniziale di Aduna (4-1 su muro di Canazza). Ancora Canazza per l’8-4, ma c’è anche il graffio di Tavagnutti a muro (8-6). Il problema di fondo è sempre quello, le locali fanno una cosa giusta e sbagliano quella successiva: 9-9, coach Amaducci chiama il time. Cambio di libero per Alia, dentro Cavalera per Porporati, intanto Celegato firma l’ace del 12-10Turri la botta del 14-10. Finalmente anche Est Volley sembra avere qualche problemino di mira (dentro Fanò per Comin), Canazza ne approfitta per rimpinguare il margine (19-14). Incredibile, un’altra lunga sequela di errori patavini: Amaducci chiama tempo e poi butta nella mischia Grandis (per Tolin), le ospiti, però, dall’alto della loro esperienza stanno già provando a scappare via (19-21). Si riaccende d’improvviso la lampadina di Alia, muro di Celegato e attacco della nuova entrata Grandis: 22-21, time Berzacola. Battiti altissimi adesso, Celegato conquista due palle set (24-22), Est Volley le annulla entrambe (24-24). Ai vantaggi Aduna si fa superare (24-25), ma poi riesce a riacciuffare la partita per la coda: 28-262-1.
Quarto parziale, confermate Grandis e Fanò nei due sestetti. Ace di TurriAkrami passa al centro: time immediato per Berzacola (4-1). L’interruzione e l’ingresso di Ndiaye in battuta fanno bene a Est Volley, 4-4. Pipe di Turri (8-6), pari di Fanò al servizio (8-8Cotrer per Russo tra le ospiti). San Giovanni sorpassa co Di Marco e allunga con Petejan in battuta (10-12), errore in attacco delle locali e tempo richiesto da Amaducci (11-14). In gran spolvero Di Marco, mentre Aduna inizia a non averne più: seconda interruzione comandata dalla panchina di casa (14-19). Nonostante la buona volontà, la picchiata di Aduna è ormai verticale, Est Volley può prendersi l’intera posta in palio: 16-251-3.

Amara l’analisi di Lorenzo Amaducci, tecnico di Alia Aduna: “Sì, abbiamo buttato via la partita, continuiamo ad incappare sempre nello stesso problema nelle ultime settimane, ovvero commettiamo una montagna di errori e questo inevitabilmente ci penalizza nei risultati. Nei momenti in cui bisognerebbe ragionare di più, non riusciamo a mantenere la lucidità e la concentrazione necessarie. Forse pecchiamo di esperienza, ma dobbiamo ritrovare un pochino di tranquillità e di serenità per riprendere al più presto il nostro cammino”.

TABELLINO
Alia Aduna Padova-Est Volley San Giovanni al Natisone 1-3 (20-25, 22-25, 28-26, 16-25)

Battute punto/errori: Aduna 5/12, Est Volley 5/8; Ricezione: Aduna 61%, Est Vollet 47%; Attacco: Aduna 26%, Est Volley 30%; Muri punto: Aduna 4, Est Volley 11.

Alia Aduna Padova: Turri e Canazza 17, Tolin 8, Celegato 5, Grandis 4, Akrami 3, Tiozzo 2, Pertoldi e Giannone 0, Bissaro, Varagnolo e Azzolin NE; liberi: Porporati e Cavalera. Coach: Lorenzo Amaducci.

Est Volley San Giovanni al Natisone: Tavagnutti e Di Marco 12, Fanò e Mussap 8, Russo 7, Petejan 5, Comin 2, Cotrer 1, Ndiaye 0, Domini e Misigoj NE; libero: Duca. Coach: Gabriele Berzacola

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Visualizzato 114 volte