ALIA ADUNA PADOVA: LA LEGGE DEL TIE-BREAK, LEGNARO SCONFITTA 3-2

Pubblicato da

Un altro derby, un altro successo al quinto set. Alia Aduna Padova impone la legge del tie-break anche nella sfida con Pittarello Legnaro&Dolo, valevole per la settima giornata di B2 Femminile. A differenza di quello maturato contro Eagles tre settimane fa, però, questo 3-2 lascia molti meno rimpianti alla squadra guidata da Annalisa De Felip, brava a ricomporsi dopo gli “sberloni” legnaresi nel secondo e nel quarto parziale, e poi a prendersi con merito i due punti.
LA PARTITA
Il tecnico di Alia Aduna Padova Annalisa De Felip schiera Tiozzo alzatrice e Asquini opposto, Volpin e Celegato centrali, Miecchi e Rampazzo in posto quattro, Cavalera libero. La Pittarello Legnaro&Dolo di Flavio Rocchi in campo con Vitturi-Ballan sulla diagonale, Russo-Donolato in posto tre, Benin-Scarpa in banda, Calore libero. Arbitrano il match Vincenzo Bruno e Giuseppina Oriolo di Treviso.

Squadre piuttosto imprecise in avvio, Miecchi la più vivace sul parquet di Casalserugo (7-5). Anche Celegato sale di giri: block e successiva cannonata: 9-6. Risveglio ospite, l’aggancio arriva su muro di Donolato (9-9). Alia si riprende un mini-break di margine, Rampazzo ci aggiunge il prezioso ace del 14-11. Dall’altra parte del campo Rocchi inserisce Semenzato per Ballan, mossa che non produce effetti particolari perché la squadra di casa è solidissima in cambio palla e quando ci si mette sa vendere carissima la pelle anche in difesa e contrattacco: 18-14 di Asquini, time per Legnaro. Cambio Aduna, Asquini lascia spazio a Grandis, intanto Volpin zittisce a muro quelli che sembrano gli ultimi sussulti avversari (23-20). In realtà Legnaro tuona proprio nel finale, quando la neoentrata Rocco fa venire i brividi a coach De Felip (ace del 24-23). Per fortuna Miecchi chiude il conto prima che si materializzi la beffa: 25-23, 1-0 Alia Aduna.
Cambio campo, Legnaro ha un nuovo volto (Rocco e Guglielmo restano in campo al posto di Scarpa e Russo) e prova subito ad alzare il ritmo: 4-8 con due ace di Benin, time pressoché obbligato per De Felip. La squadra di casa è diventata timida a muro, ecco spiegato l’ingresso di Boscolo per Celegato, peccato che siano comunque le ospiti a fare male in questo fondamentale (7-13 Donolato). De Felip ributta nella mischia Grandis (fuori Asquini), poi è il turno di Avanzo (per Rampazzo), ma i problemi restano, più o meno, gli stessi. Alia riesce a rosicchiare un pochino di terreno sull’ottimo turno in battuta di Tiozzo (14-19), dopo di che si arrende alla mareggiata ospite, nel frattempo diventata una vera e propria ondata: 18-25, 1-1.
Terzo set, confermate Boscolo e Grandis nel sestetto di casa, che azzecca la ripartenza aiutata da un paio di sbavature di Legnaro (5-2). Super Volpin in battuta (8-3), super Boscolo a muro (11-5), Rocchi sostituisce Rocco con Semenzato e dopo l’ace di Tiozzo richiama le sue ragazze in panchina (12-5). Alia entra in modalità gestione, mentre Legnaro prova la risalita anche con Scarpa (fuori Ballan). Qualche disattenzione di troppo nella metacampo delle locali, De Felip chiama time (17-13), ma le ospiti si avvicinano ancora, prima con Donolato e Scarpa (17-15), poi con l’ingresso della baby Barzon in battuta (18-17). Si lotta a muso duro, errore pesante di Semenzato e time per Rocchi (21-18). Finita? Macché, muro di Guglielmo e ace della redenzione di Semenzato, quindi pasticcio di Aduna: 21-21, time De Felip. Gioiello di Benin per il sorpasso legnarese (21-22), pareggio di Boscolo e altra battuta vincente all’insegna del riscatto, di Miec
chi (23-22). A tutto braccio Rampazzo per il set point (24-23), Volpin mette finalmente il sigillo a muro: 25-23, 2-1.
Quarta frazione inaugurata da due ace di Rocco, tornata in campo dall’inizio (0-2). Stoccata dai nove metri anche per Benin, Aduna sta già perdendo contatto: 3-7, time De Felip. Errori su errori, il tecnico di casa sostituisce Boscolo con Celegato (3-10) e Miecchi con Avanzo (3-11), ma la ruota non vuole proprio saperne di girare. Sembra la fotocopia del secondo set, le ospiti vanno ai mille all’ora, con una battuta sempre efficace e un cambio palla di altissimo livello. Corsi e ricorsi, Alia ruggisce di nuovo sul servizio di Tiozzo (15-19, time per Rocchi che ha già inserito Russo al posto Donolato), questa volta c’è anche un secondo abbrivio, innescato da Volpin (20-22), ma il finale ha sempre il sapore amaro: 21-25, 2-2.
Tie-break, gran bagarre fin dai primi scambi, Aduna prova a scappare trascinata da Miecchi: 7-5, time Rocchi. Distanze congelate al cambio campo (8-6), quindi Rampazzo rimpingua il bottino (11-7) e spinge Legnaro al doppio cambio (Barzon-Ballan per Vitturi-Scarpa). Mossa subito abortita, anche perché Rampazzo pigia sempre più giù l’acceleratore e Volpin ci mette un muro che pesa una tonnellata (14-9). Vittoria nel sacco con l’ultimo attacco a segno di Miecchi: 15-9, 3-2 Alia Aduna Padova

Le parole di Annalisa De Felip, tecnico di Alia Aduna Padova: “Forse potevamo chiudere prima la partita, ma va detto che l’avversario oggi era tosto, Legnaro non ci ha concesso davvero niente. Il quarto set è stato molto impegnativo dal punto di vista fisico e psicologico, credo che la reazione del quinto dimostri il grande valore di questo gruppo. In allenamento stiamo facendo bene, ci aspettavamo di dover lottare fino all’ultimo e ci aspettavamo anche di avere dei cali di concentrazione nel corso della gara, ma abbiamo affrontato tutto con serenità, riuscendo a riprenderci molto velocemente. Sono felice, ritengo questi due punti importantissimi”.

Decisivo il contributo di Diana Grandis, entrata a partita in corso: “Ci siamo meritate questa vittoria, visto l’impegno che ci abbiamo messo in palestra in questi giorni. Come sempre è fondamentale il contributo di tutte, lo stiamo dimostrando nei sei contro sei in allenamento e poi in gara, combattendo su ogni pallone. Forse avremmo potuto fare meglio oggi in alcuni momenti, ma ci mangeremo le mani in settimana, adesso è ora di godersela”.

TABELLINO
Alia Aduna Padova-Pittarello Legnaro&Dolo 3-2 (25-23, 18-25, 25-23, 21-25, 15-9)

Durata set: 29’, 25’, 32’, 28’, 17’

Battute punto/errori: Aduna 6/9, Legnaro 8/10; Ricezione: Aduna 49%, Legnaro 57%; Attacco: Aduna 33%, Legnaro 31%; Muri punto: Aduna 13, Legnaro 11.

Alia Aduna Padova: Volpin 19, Miecchi 18, Rampazzo 12, Celegato 7, Grandis e Boscolo 5, Tiozzo 4, Avanzo e Asquini 3, Tonina, Azzolin e Varagnolo NE ; liberi: Cavalera e Rango. Coach: Annalisa De Felip.

Pittarello Legnaro&Dolo: Benin 17, Donolato 14, Guglielmo 11, Rocco 10, Scarpa 9, Ballan 8, Russo 3, Vitturi e Semenzato 2, Barzon 0; liberi: Calore e Pegorin. Coach: Flavio Rocchi.

 

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Visualizzato 23 volte