Aduna Volley c’è: superata Villadies

Pubblicato da

 

La capolista c’è e batte un altro colpo. Quinta vittoria di fila per Eraclya
Aduna Padova che supera 3-1 le Villadies Farmaderbe e si
conferma in testa al girone D di B2 Femminile. È stata una battaglia di
nervi quella andata in scena al Palasport di Casalserugo. Nel primo set Aduna
ha rischiato di andare in svantaggio, ma è riuscita a spuntarla grazie ad un
poderoso break finale (da 18-22 a 25-22). Il secondo parziale è
stato a netto appannaggio delle friulane, poi Eraclya ha tirato fuori cuore,
grinta e giocate, meritando di portare a casa l’intera posta in palio.

 

Eraclya propone Rossi al palleggio e Mattiazzo opposto, Volpin e centrali, Tolin e Zecchin schiacciatrici, Stocco libero uno. Lo schieramento delle Villadies di coach Fabio Sandri: Chiodo-Pittioni in diagonale, Pulcina-Fanò bande, Gridelli-Donda al centro, Sioni primo libero.

Grande equilibrio in avvio, nessuna delle due squadre riesce a prendere il
comando della gara. Il primo strappo è delle Villadies sul servizio di Donda,
anche se viene propiziato da due infrazioni della formazione di casa (6-9).
Allunga Pittioni da seconda linea (7-11), Fanelli prova a trascinare le sue compagne, a muro e in attacco, anche Volpin inizia a entrare in partita, ma la capolista fatica a trovare continuità nelle giocate.
La svolta è repentina, Tolin e Mattiazzo colpiscono dai lati (14-16), Fanò sbaglia (15-16), il pari è di nuovo di Tolin (16-16).
Si gioca punto a punto, Eraclya commette due errori da matita rossa (18-21,
time Amaducci), lasciando campo alla fuga ospite (18-22 Pulcina, intanto Fabro rileva Pittioni). Altro colpo di scena, tre palle consecutive sparate out dalle friulane, c’è ancora partita (22-22, time Sandri).
Anzi, Aduna va perfino in vantaggio grazie a Volpin (23-22, subito un altro time per coach Sandri). Zecchin ci mette la precisione (24-22), Mattiazzo completa l’opera con un ace: 25-22, 1-0.

Tanti errori in apertura del secondo parziale. Le Villadies scappano con i muri di Donda e Fanò (6-10). la stoccata di Pittioni convince coach Amaducci a chiamare tempo (6-11).
Ancora Pittioni (7-14), ma il vero problema è che Aduna stenta nella costruzione del gioco, dalla ricezione in avanti. Volpin e Mattiazzo (ace) abbozzano una reazione (9-15), Fanò e Pittioni riportano le Villadies al largo (10-19) e questa volta il gap è davvero incolmabile, nonostante i buoni ingressi dalla panchina di Canola (per Rossi) e Celegato (al posto di Fanelli in battuta), entrambe a segno: 17-25, 1-1.

Terzo set, si riparte da Volpin (ace) e Fanelli (muro): 2-0. Chiodo (tocco di seconda) e Fanò (ace) pareggiano il conto (3-3), i muri di Fanelli e Volpin spingono ancora avanti Eraclya (6-4), le Villadies rientrano con un altro muro di Pulcina (6-6), stavolta
la squadra di casa risponde con Zecchin e Mattiazzo (ace, 8-6).
Volpin va a segno dopo uno scambio infinito (9-6, time per le ospiti), di nuovo Volpin
a muro (10-6) e Mattiazzo in battuta (12-6, Favero per Pulcina tra le friulane), colpisce anche Zecchin (14-7).
Ecco Gridelli e Donda (due ace) per l’improvvisa (quanto inattesa) resurrezione delle Villadies (14-11, time Amaducci).
Accorcia Pittioni (16-14), pareggia la solita Donda in battuta (due ace per il 20-19, Aduna sostituisce Zecchin con Angelini).
Momento chiave, la squadra di casa si affida ai suoi centrali, Volpin e Fanelli,
poi il diagonale di Mattiazzo che vale due palle set (24-22, time Sandri). Buona la seconda: battuta fuori delle ospiti, 25-23, 2-1 Aduna.

Eraclya conferma in sestetto Angelini, le Villadies Favero.
Primo, importante break delle padrone di casa sul servizio di Rossi (6-2).
Tolin superba a muro e in battuta, 9-3, time Sandri. Favero-Gridelli (ace), prova ad avvicinarsi la formazione friulana (10-6). Volpin dice di no a muro (13-6), Tolin furoreggia da posto quattro ed è già secondo time out per le Villadies (16-7), che poco dopo provano – vanamente – anche il doppio cambio (19-11, Campestrini-Fabro per Chiodo-Pittioni).
La capolista, guidata da capitan Mattiazzo, ha ormai in pugno la vittoria e non si concede altre distrazioni: 25-14, 3-1 Aduna.

Le parole del tecnico di Eraclya Lorenzo Amaducci a fine gara: “Tolto
il secondo set, in cui abbiamo avuto un evidente black out, probabilmente è
stata la nostra miglior gara dell’anno. Abbiamo affrontato un’ottima squadra,
con cui abbiamo dovuto lottare punto a punto per lunghi tratti, ma ci siamo
imposti grazie a una prova di carattere. Sono tre punti importantissimi che ci
permettono di stare lì in alto per un’altra settimana”.

TABELLINO

Eraclya Aduna Padova-Villadies Farmaderbe 3-1 (25-22, 17-25, 25-23, 25-14)

Battute punto/errori: Aduna 7/7, Villadies 7/9; Ricezione: Aduna 50%, Villadies
61%; Attacco: Aduna 34%, Villadies 29%; Muri punto: Aduna 9, Villadies 6.

Eraclya Aduna Padova: Volpin e Mattiazzo 16, Tolin 14, Fanelli 10,
Zecchin 6, Celegato e Canola 1, Angelini e Rossi 0, Rampazzo NE ; liberi:
Stocco e Montaguti. Coach: Lorenzo Amaducci.

Villadies Farmaderbe: Pittioni 13, Gridelli 12, Fanò e Donda 9, Favero
8, Pulcina e Chiodo 4, Fabro e Campestrini 0, Fregonese e Piovesan NE ; liberi:
Sioni e Misciali. Coach: Fabio Sandri.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Visualizzato 331 volte