Aduna Padova: trasferta a Jesolo tra entusiasmo ed equilibrio

Pubblicato da

 

Una sana dose di entusiasmo, ma anche piedi ben piantati per
terra. Eraclya Aduna Padova, leader del girone D di B2 Femminile, è
attesa dalla trasferta sul campo dell’Union Volley Jesolo. Match alla portata quello in programma sabato 17 novembre (ore 20.30) al Palasport Cornaro: lo dice la classifica, lo dice il precedente (in amichevole) di inizio ottobre, in cui la squadra di Lorenzo Amaducci ebbe ragione delle veneziane con una certa disinvoltura. Guai, però, a peccare di presunzione, anche perché in queste prime giornate di campionato Jesolo ha già fatto intravedere sprazzi del proprio potenziale di crescita.

Il riferimento è alle due gare vinte in stagione dalle giovani
di Cristiano Lucchi: a far “rumore” non tanto l’1-3 ottenuto sul terreno
dell’Illiria Juliavolley Staranzano all’esordio, quanto piuttosto il 3-2 su Chions (attuale quinta forza del girone) nell’ultima uscita casalinga, due sabati fa. Nel conto delle arancionere naturalmente ci sono anche dei passaggi a vuoto, tutti maturati contro formazioni di caratura superiore: 1-3 interno contro Asolo, 3-1 sul campo di San
Giovanni Natisone, 3-0 su quello di Fratte.

Ci illustra pericoli e opportunità del prossimo match di campionato la schiacciatrice di Eraclya Sara Angelini, che sabato contro le Villadies ha disputato la sua prima
fetta di partita ufficiale dopo i problemi alla spalla delle scorse settimane: “Sono molto contenta di essere tornata in campo e di aver contribuito alla vittoria della squadra – dichiara l’atleta classe ‘96 –.  Il mio recupero procede come ci aspettavamo,
sono ormai due settimane che mi alleno con il gruppo, la spalla risponde bene
alle terapie e sto riprendendo tono muscolare. Per quanto riguarda Jesolo, non
dobbiamo tenere assolutamente in considerazione il risultato dell’amichevole di
ottobre: loro sono una squadra giovane, dunque, con ampi margini di crescita,
bisognerà entrare in campo determinate e aggressive su tutti i palloni”.

“Stiamo vivendo un buon momento, la classifica ci sorride, l’importante adesso è mantenere i piedi per terra e costruire il nostro obiettivo un passo alla volta – analizza ancora Angelini –. Fin qui il limite principale che abbiamo avuto sono stati alcuni cali di attenzione nel corso delle gare, gli stessi che evidenziamo in allenamento. Sono convinta che dobbiamo partire proprio da lì per migliorare, perché le partite sono sempre lo specchio di quello che fai durante la settimana”.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Visualizzato 299 volte