Aduna: nel derby il tie-break dice Eagles

Pubblicato da

 

Primo ko stagionale per Eraclya Aduna Padova, che cede 3-2 al Volley Eagles Vergati nel derby padovano dell’ottava giornata di B2 Femminile. Due volte in vantaggio (0-1 e 1-2), la squadra di Lorenzo Amaducci non riesce ad evitare il secondo tie-break nel giro di una settimana e alla fine deve pagare dazio alle padrone di casa. In un colpo solo Aduna perde l’imbattibilità e il primato in classifica: la nuova capolista del girone D è Asolo, prossima avversaria di Mattiazzo e compagne in uno scontro al vertice che si preannuncia infuocato.

LA PARTITA

Eraclya schiera Rossi alzatrice e Mattiazzo opposto, Volpin e Fanelli centrali, Tolin e Angelini schiacciatrici, Stocco primo libero. Così le Eagles di coach Riccardo Riato:
Ferrari-Biotto in diagonale, Elena Bandiera-Pinato al centro, Gottardo-Forzan
in posto quattro, Bertolin e Destro liberi.

Break inaugurale di Aduna sulla battuta di Angelini (2-4). Muro di Pinato per la parità (4-4), Gottardo mette la freccia (5-4), Ferrari (ace) fa 7-4. Mattiazzo-Volpin, tornano sotto le
ospiti (12-11), che impattano poco dopo con Angelini e Tolin (13-13). Di nuovo al comando le Eagles con Elena Bandiera e Biotto (muro), 18-15, time Amaducci. Angelini tiene viva Eraclya, anche se il pari giunge grazie a due errori delle locali (20-20, time Riato).
Ancora Angelini (20-21), ace di Mattiazzo (20-22, le Eagles inseriscono Marcato per Forzan), quindi botta di Volpin e bis in battuta del capitano ospite (20-24). Quattro palle set, la squadra di casa ne annulla due (22-24, time Amaducci), ma sbaglia la battuta successiva: 22-25, 0-1 Aduna.

Seconda frazione, l’ace di Angelini e il muro di Rossi regalano l’immediato vantaggio alle ospiti (1-4). Le Eagles accorciano grazie all’ace di Bandiera (3-4), Aduna risponde prontamente con Fanelli, una presenza in attacco come a muro (5-8). Fasi convulse di gioco, Eraclya accumula errori su errori e scivola a meno due (14-12, time Amaducci),
Bandiera la punisce con un altro servizio vincente (16-12).
Riecco Fanelli, due volte (attacco e muro per il 17-15), poi l’ace di Rossi per il 17-17. Entra Marcato (per Forzan) e spinge avanti le Eagles (20-18), Angelini (doppietta) le
riacciuffa (20-20), siglando anche il sorpasso (21-22, secondo time Riato). Rettilineo finale, le squadre sono gomito a gomito. Aduna non concretizza la prima palla set a disposizione (23-24), le Eagles sì: 26-24, 1-1.

Terzo set, confermata Marcato tra le padrone di casa, a cui riesce l’abbrivio iniziale (5-3). Tolin-Mattiazzo, Eraclya c’è (7-7). Angelini accende la miccia delle ospiti (8-10), aggiungono benzina Mattiazzo (8-11), Volpin (muro del 9-13 e attacco del 9-14), Tolin (10-16).
Aduna ha un piccolo calo di tensione, ci pensa Fanelli a ristabilire il giusto livello di adrenalina (doppietta per il 14-20 e muro del 16-21.
Le Eagles provano il tutto per tutto, aiutate da un paio di sbavature ospiti (19-22,
time Amaducci). Sul 20-22 di Gottardo Eraclya vara il doppio cambio Canola-Rampazzo per Rossi-Mattiazzo.
A volte ritornano, Angelini di nuovo protagonista nel momento cruciale: muro e due ace di fila, 20-25, 1-2 Aduna.

Partono meglio le Eagles nel quarto parziale (7-3 con Ferrari al servizio), Eraclya ha le polveri bagnate in attacco. Coach Amaducci butta nella mischia Canola (8-4, out Rossi), mentre sul 10-5 (ace di Pinato) chiama tempo. Finalmente la reazione, Angelini e Volpin (muro) per il 10-7. Mancano le contromisure per fermare Bandiera (12-8), ma Aduna ha le battute mortifere di Angelini dalla sua (12-11, time Riato). Pari e sorpasso (una magia in diagonale) di Tolin (12-13), Volpin azzanna la successiva palla vagante (12-14, Forzan sostituisce Gottardo). Il derby è infinito, improvvisa fiammata Eagles innescata dalla battuta al veleno di Ferrari e ribaltone (19-15, time Amaducci). Le padrone di casa vogliono il tie-break e lo ottengono a suon di difesa e contrattacco, nonostante
l’ultimo disperato assalto delle ospiti (due ace di Fanelli): 25-21, 2-2.

Battaglia serratissima anche al quinto, si va al cambio campo sul 7-8 per Aduna, sempre guidata da Canola in regia. Ace di Volpin, mani-out di Tolin, time Eagles (7-10). Ace anche per Bandiera (9-10, time Amaducci), il pari lo firma Marcato (11-11). Siamo agli scambi conclusivi, Bandiera consegna la palla match alle aquile di Sarmeola (14-13), Forzan la trasforma subito a muro: 15-13, 3-2 Eagles.

Le considerazioni di Lorenzo Amaducci, tecnico di Eraclya: “Dispiace molto aver perso, perché ce la siamo giocata alla pari. Va detto però che le Eagles sono state superiori nei
fondamentali, ricezione in primis; noi abbiamo commesso oltre 30 errori gratuiti, in pratica abbiamo regalato un set e mezzo all’avversario. La speranza è questa sconfitta ci possa aiutare a migliorare dal punto di vista mentale per le prossime gare”.

 

Volley Eagles Vergati-Eraclya Aduna Padova 3-2 (22-25, 26-24, 20-25,
25-21, 15-13)

Battute punto/errori: Eagles 8/15, Aduna 11/15; Ricezione: Eagles 54%, Aduna
45%; Attacco: Eagles 31%, Aduna 38%; Muri punto: Eagles 10, Aduna 9.

Volley Eagles Vergati: Elena Bandiera 18, Pinato 13,
Gottardo 12, Marcato 9, Biotto 8, Forzan e Ferrari 4, Elisabetta Bandiera,
Rampazzo, Azzi e Ruffato NE ; liberi: Destro e Bertolin. Coach: Riccardo Riato.

Eraclya Aduna Padova: Angelini 21, Tolin 19, Volpin
15, Fanelli e Mattiazzo 12, Rossi 3, Rampazzo e Canola 0, Celegato NE; liberi:
Stocco e Montaguti. Coach: Lorenzo Amaducci.

 

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Visualizzato 307 volte