Serie C MASCHILE e FEMMINILE: SI PARTE!

Pubblicato da
Ora è ufficiale: la Serie C, femminile e maschile, riparte il prossimo 6 marzo. Previsto un girone di sola andata, senza retrocessioni, ma sono confermate le promozioni. Il presidente Maso: “C’è forte volontà di tornare a giocare”.
Ora è ufficiale: la Serie C maschile e femminile partirà il prossimo 6 marzo. Lo ha confermato il Presidente Regionale Fipav Veneto, Roberto Maso, che ha incontrato tutte le società venete di questa categoria, spiegando il meccanismo della ripartenza.
C’è la forte volontà di riprendere a giocare – ha detto Maso alle società – in questi giorni invieremo a tutte le società il nuovo calendario che partirà proprio il 6 marzo“.
Come sarà strutturato il campionato di serie C?
Si giocherà un solo girone di andata e soprattutto non ci saranno retrocessioni. Questo per agevolare anche le società che possano avere maggiori difficoltà e, allo stesso modo, dando la possibilità alle squadre più attrezzate di fare il salto di categoria, visto che le promozioni in B e in B/2 saranno comunque confermate“.
Un calendario compresso, quindi.
Sì, ma con un paio di date “libere”, utili ad eventuali recuperi, oltre al fine settimana pasquale in cui non sono attualmente previste gare. L’obiettivo è di terminare la fase regolare per i primi di giugno e poi giocare i play-off. Le prime partite del calendario terranno conto del criterio di “vicinorietà“.
Cos’altro avete detto alle società?
Che ci sarà la massima elasticità nel gestire eventuali spostamenti di gare. Non ci sarà infatti nessuna “tassa” in questo senso. Abbiamo invitato le società a dialogare il più possibile per cercare di trovare dei punti di incontro su eventuali recuperi. Da parte nostra ci sarà la massima disponibilità a venire incontro alle esigenze di tutti”.
Qual è il termometro della disponibilità impianti?
In linea generale non ci sono grossi problemi. Le situazioni critiche sono davvero pochissime. E questo è un segnale molto positivo. Addirittura abbiamo avuto una società che ha offerto alle altre l’eventuale disponibilità del proprio impianto. Un bel gesto”.
Fonte: Fipav Veneto

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Visualizzato 269 volte