BM/C: Volley Eagles Vergati – Protomotori Portogruaro 3-2

Pubblicato da

Sono servite quasi 2 ore e mezza di gioco all’EAGLES per aver ragione di un PORTOGRUARO mai domo e cha ha tenuto il pubblico del Comunale di Lissaro con il fiato sospeso fino all’ultimo pallone; è stato un match di rara intensità in cui entrambe le formazioni non hanno mai mollato il colpo e che alla fine ha visto prevalere le Aquile. solo ai vantaggi del tie-break.
Da sottolineare la prova monumentale di Michele Pranovi che con 40 punti (conditi da 6 muri e da un’efficenza in attacco del 67%) è stato il vero mattatore della partita. Buona anche la prova a muro della squadra che ha messo a terra ben 14 punti in questo fondamentale
 Coach Zanon deve rimaneggiare la formazione tipo in quanto sia il palleggiatore che il libero titolari sono ko per fastidi fisici; parte dunque con Rampazzo e Michele Pranovi sulla diagonale, Masiero e Marcolin in banda, Friso e Zanatta jr al centro, Frison libero; a disposizione: Mario, Milani, Gambalonga e Matteo Pranovi come secondo libero; Zanatta sr. e Pinarello presenti ma non utilizzabili.
 Risponde coach Pilot con Biason e Boz in diagonale, Piovesan e Spizzo laterali, Bottosso e Paganin centrali, Bertacche libero; a disposizione: Pilot, Zanuttigh, Lian, Zoia, Gabana e Milan.
 Fin dalle prime battute si capisce che sarà un match equilibrato; Eagles riesce a portarsi avanti sul 13-7; Portgruaro cambia la diagonale inserendo Pilot e Lian, la squadra veneziana reagisce con veemenza e aggancia i padroni di casa sul 17 pari; si va avanti con il cambio palla fino al 20-20 fino a quando il centrale degli ospiti Paganin spara un paio di bordate dai 9 metri mettendo in seria difficoltà la ricezione avversaria e segnando il solco definitivo che porterà i veneziani a conquistare il primo set.Zanon opera qualche cambio per l’inizio del secondo parziale inserendo Milani (entrato già alla fine del 1° set su Masiero) per Marcolin; anche coach Pilot cambia il libero inserendo Milan e lascia Lian nella posizione di opposto. Anche questo secondo set è molto equilibrato tant’è che Eagles piazza il break definitivo negli ultimi 5 punti con Milani in battuta che piazza anche l’ace definitivo che consente ai padroni di casa di pareggiare le sorti del match.Ancora qualche cambio nel terzo parziale: entra Gambalonga su Zanatta, mentre nelle file del Portogruaro si rivede Boz opposto; manco a dirlo prosegue l’equilibrio che ha caratterizzato tutta la partita; Zanon, come nel primo set, prova Mario alla battuta su Gambalonga, ma non ottiene il break sperato; anche qui i break decisivi arrivano alla fine e stavolta è Portogruaro a spuntarla sul filo di lana 25-23.Nel quarto set si scatena Michele Pranovi che mette a segno un filotto di punti in attacco, l’opposto vicentino è infermabile ed è lui, coadiuvato da alcune difese stratosferiche di Milani, a trascinare i suoi al tie-break.Il tie-break sembra sorridere ai padroni di casa, si va al cambio di campo sull’8-6 e successivamente le Aquile si portano sul 12-9, ma il colpo definitivo del KO non arriva perché gli ospiti non mollano nulla e riacciuffano la parità sul 12-12; è a Eagles a giocarsi il primo match point sul 14-13, ma a questo punto si succedono una serie di errori in battuta da una parte all’altra e si arriva al 16-16 praticamente senza azioni di gioco; sarà un muro di Friso a mettere la parola fine al match.
 Dopo la brutta prestazione a San Donà c’era bisogno di un cambio di rotta e certamente la squadra vista in campo ieri ha messo cuore e carattere, anche se si è ancora lontani da una condizione ideale; la classifica è ancora percolante e, in questo senso, lo scontro diretto con Zanè di Sabato prossimo rappresenta uno scoglio importante da superare.

EAGLES VERGATI – PROTOMOTORI PORTOGRUARO: 3-2 (21-25; 25-20; 23-25; 25-18; 18-16)

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Visualizzato 391 volte