A2F: S.lle Ramonda – Ipag ospita San Giovanni In Marignano

Pubblicato da

La formazione allenata da coach Alessandro Beltrami è reduce dal turno di riposo ed ha così potuto godere di tranquille vacanze ed il 2 di gennaio si è rimessa al lavoro, per preparare il rush finale che li porterà alla seconda parte di stagione.

Domenica alle ore 17 presso il PalaCollodi le castellane ospiteranno San Giovanni in Marignano, formazione che sta disputando un ottimo campionato ed è in lotta per le posizioni di vertice. Montecchio invece si concentra nel suo campionato di rincorsa, in cui dopo le prime settimane in cui si faticava a trovare punti e gioco, ora è riuscito ad acquisire certezze che hanno permesso alle castellane si risalire in classifica e poter approcciare al meglio alla post season.

Il tecnico di S.lle Ramonda-Ipag Montecchio, Beltrami commenta così l’avvicinamento al prossimo incontro:

“Sia contro Marignano che il match dopo contro Collegno, saranno gare complicate visto anche il livello delle nostre avversarie ma che ci permetteranno di giocare liberi da eccessive pressioni. Sarà importante per noi ripetere ciò che abbiamo fatto nell’ultima trasferta con Trento, in cui siamo andati anche un po’ oltre quelli che sono stati i nostri limiti in partite contro squadre più quotate di noi. Sarà un test importante per capire come stiamo crescendo su diversi aspetti del nostro gioco, dopo aver raggiunto un buon livello nel servizio e nella fase di muro difesa” sul momento positivo di alcune atlete e sulla crescita di altre, conclude il tecnico “Sono molto soddisfatto ed anche un po’ sorpreso di come alcune giocatrici siano riuscite, fin da subito, ad imporsi in una nuova categoria, come la Carletti. Mentre sono allo stesso modo soddisfatto ed orgoglioso della crescita di altre come la Larson, che sta mettendo in mostra i duri allenamenti a cui si è sottoposta in questi mesi. Tutto ciò ci permette di guardare al futuro con positività, sarà fondamentale mantenere lo stesso atteggiamento mentale di questo ultimo mese in cui cerchiamo di osare e variare i nostri colpi in attacco”.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Visualizzato 304 volte